Il 2022 di Astana Qazaqstan Team

Astana Qazaqstan Team riparte dalle grandi prestazioni di Alexey Lutsenko e Samuele Battistella alla fine del 2021 per annunciare una nuova stagione in grande spolvero. Un 2022 di grandi nomi per altrettanto grandi speranze.

Astana è stata la grande protagonista della parte conclusiva della stagione 2021. Le vittorie di Alexey Lutsenko e Samuele Battistella hanno siglato Coppa Agostoni, Serenissima Gravel e Veneto Classic. Da questi presupposti s’inaugura il 2022 di Astana Qazaqstan Team, con l’arrivo di atleti che sono garanzia di importanti risultati.
Vincenzo Nibali, Gianni Moscon, Miguel Ángel López e Alexey Lutsenko rappresentano un solidissimo telaio per immaginare una stagione d’alto livello sia nelle corse a tappe che nelle classiche.

Il ritorno di Vincenzo Nibali è una garanzia di competitività su ogni terreno, ma soprattutto di grande conoscenza del ciclismo d’altissimo livello. La sua presenza gioverà molto, per motivi diversi, a corridori come Alexey Lutsenko e Miguel Ángel López che nel 2022 cercheranno la definitiva consacrazione.
Il settimo posto di Alexey Lutsenko nella classifica generale del Tour de France 2021 testimonia una costante crescita di rendimento che definisce sin d’ora il suo principale obbiettivo dell’anno – il Tour de France 2022 – con incursioni, come è accaduto nel 2021, nelle corse di un giorno che l’hanno visto mattatore in chiusura di stagione.

Miguel Ángel López sarà il capitano di Astana Qazaqstan Team al Giro d’Italia 2022 con l’intento di migliorare i piazzamenti del 2019 e, soprattutto, del 2018. Non è comunque esclusa la sua partecipazione al Tour de France dove, in maglia Astana, ha conseguito il più grande successo della sua carriera: la vittoria nel 2020 a Meribel / Col de la Loze, consacrata dal sesto posto in classifica generale.

Gianni Moscon, dal canto suo, garantisce un approccio aggressivo alla stagione delle classiche del Nord, visto il grande impatto che ha avuto sull’ultima Parigi Roubaix . La sua caparbietà sarà di grande aiuto anche sulle strade del Tour de France, dove cercherà di sfruttare il suo spunto nelle tappe che gli si addicono.

C’è poi una certa attesa per la prestazioni di atleti come David De La Cruz che troverà in Astana lo spazio per mostrare il suo talento nelle corse a tappe e Samuele Battistella che, galvanizzato dalla prima vittoria da professionista nella Veneto Classic, cercherà di proporsi come seconda punta nelle classiche, dietro a Gianni Moscon.

Alexandre Vinokourov non si nasconde: “Abbiamo puntato su una squadra molto competitiva, sia nelle corse d’un giorno che, soprattutto, sui grandi giri, perciò ci aspettiamo degli ottimi risultati su ogni terreno. Certo, in Astana abbiamo delle importanti aspirazioni sui risultati della prossima stagione, ma siamo ben consapevoli che senza un partner estremamente affidabile come Wilier Triestina non potremmo immaginare di ottenere gli obiettivi che ci prefiggiamo”.

Come nelle stagioni 2021 e 2022, saranno le biciclette Wilier Triestina – Filante SLR, Wilier 0 SLR e Wilier Turbine – a supportare l’esperienza di Nibali, a corroborare le grandi attese per le prestazioni nei grandi giri di Lutsenko e Miguel Ángel López e a sostenere Gianni Moscon nella primavera delle classiche.

La squadra ha inoltre annunciato la creazione di un nuovo team UCI Continental Team per corridori Under 23. Questo progetto chiamato Astana Qazaqstan Development Team è nato con lo scopo di far crescere giovani talenti che in futuro possano approcciare al World Tour nella migliore condizione fisica e mentale.
Il Development Team fa parte della stessa struttura giuridica del principale team World Tour e nella stagione alle porte punterà al calendario europeo delle più prestigiose corse Under 23 ed Elite.