Il giro del mondo in bicicletta di Caroline Soubayroux e David Ferguson

Il giro del mondo di Caroline Soubayroux e David Ferguson è una specie di sogno che si realizza. È un’impresa che mescola i sogni d’infanzia – con la molto probabile lettura de “Il Giro del Mondo in 80 giorni” di Jules Verne – e il desiderio d’attraversare in bicicletta il pianeta intero, come una sorta di nuovo viaggio di nozze.
D’altro canto, sul sito cycletheworld.co, Caroline e David spiegano la loro avventura autodefinendosi “una coppia sposata da poco, tutti e due con importanti carriere lavorative, ma con una condivisa passione per il ciclismo, l’ultra endurance e il bike packing”.

Si può pensare a qualcosa di più emblematico per suggellare una unione simile che un giro del mondo in bicicletta in bike packing?
Certo, a causa della pandemia, la scelta del momento in cui compierlo non poteva essere più complicata. La partenza è slittata dal previsto aprile 2021 sino alla fine di settembre e ha imposto che il luogo d’inizio del viaggio, anziché Londra come ne “Il Giro del Mondo in 80 giorni”, sia stato Whitehorse, in Canada, lungo l’Alaska Highway: un luogo leggendario della celebre “Corsa all’Oro”.

Caroline e David andranno prima a sud e poi si muoveranno da ovest verso est, lungo un tragitto che sarà possibile condividere quasi in tempo reale su cycletheworld.co. Un percorso che sulla carta conta più di 29.000 chilometri che corrisponderanno a circa sei mesi in sella d’una Jena, la bici gravel in carbonio per l’avventura.

Sarà bellissimo seguire i loro reportage in movimento che già ora restituiscono immagini suggestive di tramonti lungo la British Columbia Highway 99, a un passo dal confine con gli Stati Uniti d’America.

Tuttavia l’impresa non ha solamente lo scopo di entrare nel guinness dei primati come la coppia più veloce a compiere il giro del mondo in bicicletta (senza supporto), ma ha soprattutto un obiettivo benefico.

Chiunque s’appassionerà all’ultracycling di Caroline Soubayroux e David Ferguson potrà sostenere Barts Charity con una donazione destinata a una maggiore capillarità del servizio sanitario nell’East London, seguendo l’esempio di Francis Cade che, nell’aprile del 2020, durante il suo doppio evesting su Zwift ha raccolto e destinato al Servizio Sanitario Inglese oltre 17.000 sterline.
Non è un caso che, prima di partire per il Grande Nord del Canada, Caroline e David abbiano cercato la benedizione di Francis Cade.

LA BICI DI QUESTO ARTICOLO

OLIVE GREEN; GLOSSY

JENA OLIVE GREEN; GLOSSY

Jena è la tua bici in carbonio per il gravel, nata per darti la più ampia libertà di scelta nelle tue uscite. Che sia pura performance su strade bianche e single track oppure avventura, esplorazione e bikepacking, Jena è stata pensata per soddisfare qualsiasi tua esigenza.
Jena è una bici leggera, reattiva, maneggevole, con geometrie racing-confort, in grado di adattarsi ai molteplici usi richiesti ad una bici gravel.

Scopri di più