La Serenissima Gravel. Il Rave del ciclismo

La Serenissima Gravel è un susseguirsi di strade asfaltate e sterrati da Jesolo a Piazzola sul Brenta, attraversando sulla ghiaia persino Treviso, una città di centomila abitanti. È una corsa che già alla prima edizione ha incontrato l’entusiasmo di chi ama il ciclismo d’un tempo: senza radioline, senza ammiraglie, con un limitato supporto meccanico e soprattutto con 110 chilometri di sterrato su 132.
La Serenissima Gravel è il connubio tra il ciclismo della tecnologia più spinta e quello eroico, fatto di corridori senza assistenza, annaspanti in mezzo alla polvere.

La Serenissima Gravel è stata la prima competizione gravel per professionisti ed è stata molto spettacolare.

“È stato davvero difficile gareggiare, perché tutto era completamente diverso da come siamo abituati. Dalle ammiraglie non avevamo nessun ragguaglio e sapevamo che in caso d’incidente meccanico avremmo dovuto riparare da soli la bicicletta. Una sensazione che da tempo non provavo. Ad un certo punto, non avendo più punti di riferimento e non conoscendo il vantaggio che avevo, ho deciso di punto in bianco la mia tattica: Alexey vai più forte che puoi”.

Così Alexey Lutsenko, dopo aver staccato i suoi diciannove compagni di fuga, ha gestito gli 80 chilometri di assolo tra sassi e polvere: spingendo a più non posso e ripetendosi “Alexey vai più forte che puoi”.

La Serenissima Gravel è l’esatto esempio di come il rapporto tra uomo e bicicletta è così stretto da ripescare vecchie citazioni in cui, appunto, l’uomo e la bicicletta non sono considerate entità distinte, ma intimamente unite.
Questo è il motivo per cui dopo 132 chilometri Alexey Lutsenko non ha alzato le braccia al cielo, ma ha sollevato in alto la macchina che gli ha permesso di portare a termine gli 80 chilometri di fuga solitaria.

È stato bello per quella macchina, perché è nuovissima: si può ben dire che è appena uscita dalla fabbrica.
Alexey Lutsenko ha vinto la Serenissima Gravel, la prima corsa gravel per professionisti, cavalcando una Rave SLR e il bacio che Alexey le ha dato è denso di tanti bellissimi significati.

LA BICI DI QUESTO ARTICOLO

Rave_Black_Grey_Matt

RAVE SLR – BLACK GREY; MATT

Percorrere nuove strade non è solo un’attitudine. Può diventare anche l’obiettivo di chi produce biciclette da più di 116 anni.
Con Rave SLR abbiamo volto lo sguardo verso nuovi orizzonti, creando un prodotto con due anime distinte, perfette per l’all-road, perfette per il gravel, ma accomunate da un’incredibile predisposizione racing.
Rave SLR sarà una nuova esperienza di ciclismo, inaspettata per molti.

Scopri di più

Ecco alcuni prodotti che potrebbero interessarti

casco-limar-air-pro-astana-team

CASCO LIMAR AIR PRO ASTANA TEAM

Mostra di più

MAGLIA UFFICIALE ASTANA PREMIER TECH 2021

Mostra di più

PANTALONCINO UFFICIALE ASTANA PREMIER TECH 2021

Mostra di più